Come terziarizzare la logistica.

La terziarizzazione dei processi logistici è una delle tante scelte da affrontare nella gestione imprenditoriale della propria azienda, e come tale, offre diversi vantaggi, ma nasconde anche numerose insidie.

Esternalizzare la logistica riduce certamente il capitale investito e i costi fissi, ma in caso di scelta sbagliata del partner, può anche rivelarsi una condanna per la vostra attività nel corso degli anni futuri.

Per non incappare in questo problema, è importante affrontare nel migliore dei modi questa scelta, ragionando a lungo e sul lungo periodo, senza farsi ingolosire dall’immediato “abbattimento” dei costi fissi.

Per farlo, è importante tenere a mente qualche semplice punto:

  • i processi che si vuole esternalizzare devono essere già ottimizzati, perché il fornitore difficilmente se ne occuperà
  • effettuare una riflessione ponderata e ragionata, analizzando tutti i possibili rischi (anche quelli che possono sembrare minori)
  • valutare la modalità di terziarizzazione della logistica più adatta al vostro business
  • valutare meticolosamente il fornitore (o i fornitori) più adeguato alle vostre esigenze, perché sbagliare significa perdere totalmente i vantaggi che terziarizzare la logistica può offrirvi, se non addirittura peggiorare l’andamento del vostro business
  • non entrare in una crisi profonda durante le fasi di transizione, ma anzi, analizzare attentamente come svolgere questa operazione, studiando le soluzioni per ogni possibile problema
  • condividere l’eventuale decisione di esternalizzare le attività di logistica con tutte le figure aziendali, manageriali ma non solo, per poter affrontare nel migliore dei modi la fase di transizione con la minor traumaticità possibile

Una volta che la transizione da interno a esterno è avvenuta, è importantissimo impostare un rapporto chiaro e trasparente con il proprio fornitore, o meglio partner, per non avere spiacevoli sorprese in corso d’opera.

Prima di tutto è fondamentale creare un modello di misurazione delle prestazioni, per poter capire nel migliore dei modi i motivi di eventuali infortuni o problemi di gestione del magazzino o delle attività di logistica in generale.

Infine, siate molto chiari nel definire gli obiettivi, concordando con chi si occupa della gestione del vostro magazzino una periodica revisione degli stessi, il modo migliore per evitare spiacevoli disguidi e creare una relazione di partnership efficace e duratura nel tempo.

Per ulteriori approfondimenti: http://www.logisticamilanese.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published.